Pavimenti da Record in Mauritania

Pavimenti da Record in Mauritania

05 - 03 - 2018

Uno dei più grandi terminal container dell’Africa Occidentale, il porto di Nouakchott, in Mauritania, avrà una pavimentazione di 43milametri quadri di Record, marchio specializzato in aree industriali e logistiche, facente parte di Bagattini, azienda bergamasca con sede a Zandobbio che opera dal 1951 nel settore delle pavimentazioni, murature e rivestimenti. L’azienda conta 41 dipendenti e ha chiuso il 2017 con un fatturato di 11.791.719 euro.

Bagattini è impegnata negli ultimi anni in un importante piano di sviluppo che ha portato a una costante crescita del fatturato aziendale. Parte della crescita è dovuta al comparto estero che nell’ultimo anno ha visto importanti sviluppi anche in mercati nuovi con commesse in Korea, Ghana, Cina, Emirati Arabi e ora anche in Mauritania.

“Lavoriamo spesso con l’estero, ma questo lavoro è particolarmente importante per noi: questo terminal container rappresenta il fulcro del nuovo progetto del piano di sviluppo logistico Mauritano e sarà il più grande della nazione. Verrà realizzato nella zona portuale della capitale Nouakchott, sulla costa Atlantica ed è destinato ad accogliere quotidianamente un gran numero di cargo internazionali. Inoltre sarà un punto focale per il transito di merci verso Mali e Marocco” – spiega Guido Bagattini, amministratore dell’azienda.

”Il mercato ci riconosce da sempre come un’azienda innovativa e propositiva. Crediamo e investiamo molto sulla ricerca e sullo sviluppo, con una particolare attenzione alla qualità dei prodotti; per questo lo studio di ingegneria francese che ha sviluppato il progetto di questo porto ha selezionato il nostro prodotto in concorrenza con quello di numerosi competitor internazionali che hanno partecipato alla gara per la fornitura delle pavimentazioni. Serviva, infatti, una pavimentazione con caratteristiche tecniche particolari per resistere a severe sollecitazioni di carico dinamico e in grado di garantire stabilità e durevolezza. Altra caratteristica specifica di questa commessa è stata la richiesta di completare la fornitura di 43.000 metri quadri in meno di 20 giorni”.

Il porto di Nouakchott dovrà sostenere la quotidiana movimentazione e stoccaggio di centinaia di container indispensabili per lo sviluppo di industria, commercio e infrastrutture che nei prossimi anni prevedono una crescita a doppia cifra per i paesi dell’Africa Occidentale.

“Per quanto riguarda l’imminente futuro – continua Guido Bagattini -, stiamo completando l’installazione di un nuovo impianto che permetterà ancora una volta alle nostre aziende di proporre al mercato prodotti esclusivi e innovativi per rispondere alle richieste della clientela nazionale ed estera, ogni giorno più attenta alla resa estetica e alle performance tecniche dei prodotti”.

 

Articolo tratto da BergamoNews